BENI COMUNI

Il principio di sussidiarietà è stato recepito nell’ordinamento italiano con l’art. 118 della Costituzione che prevede che “Stato, Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà”.
Si riconoscono, quindi, i cittadini quali soggetti responsabili e solidali che in piena autonomia collaborano con la pubblica amministrazione nella cura dei beni comuni (materiali e immateriali).
La partecipazione attiva dei cittadini alla vita collettiva può, infatti, concorrere a migliorare la capacità delle istituzioni di dare risposte più efficaci ai bisogni delle persone e alla soddisfazione dei diritti sociali che la Costituzione ci riconosce e garantisce.

Mappatura dei “BENI COMUNI URBANI”: si tratta di luoghi e spazi pubblici importanti per tutta la cittadinanza come piazze, strade, parchi, giardini, musei, centri civici, ecc.

LE PROPOSTE SUI BENI COMUNI:

Il percorso ha dato vita a n. 10 proposte, che l’ente ha suddiviso in tre gruppi a seconda del livello di fattibilità.

La Giunta Comunale il 26/07/2016 si è espressa su tali proposte con uno specifico atto di orientamento (Delibera n.96 del 26/07/2016)

PROPOSTE ATTIVABILI

Su queste l’ente è disponibile ad attivare azioni sperimentali di cura e gestione condivisa entro ottobre 2016. Tali azioni consentiranno di sottoscrivere e testare i patti di collaborazione e far emergere contenuti e problematiche per la definizione del nuovo Regolamento sui beni comuni. Indicativamente, le azioni sperimentali avranno la durata di 12 mesi, a decorrere dalla sottoscrizione dei patti di collaborazione.

a_01

1 - PIAZZA MARMIROLO: scheda riassuntiva

a_02

 2 – ROTONDA DI VIA DINI E SALVALAI: scheda riassuntiva

   a_03

3 – SPAZIO ESTERNO DEL MUSEO DELLA FRUTTICOLTURA: scheda riassuntiva

 a_04

4 – MUSICA NEI PARCHI: scheda riassuntiva

a_05

5 – CENTRO GIOVANI JYL – gestione degli spazi: scheda riassuntiva

PROPOSTE DA APPROFONDIRE

Prima di avviare gli eventuali patti di collaborazione, si chiedono ai proponenti maggiori approfondimenti in merito ai seguenti aspetti, da produrre entro ottobre 2016, in condivisione con l’Amministrazione comunale:

–        Progetto più dettagliato dell’intervento

–        Preventivo dei lavori

–        Ipotesi per il reperimento delle risorse finanziarie

Ricevuti gli approfondimenti, l’ente deciderà entro marzo 2017 se e come dare seguito a queste proposte.

b_01

1 – CENTRO GIOVANI JYL – campetto: scheda riassuntiva

b_02

2 – AREA VERDE DEL CENTRO SPORTIVO DI FRUGES: scheda riassuntiva

b_03

3 – PARCO GIOCHI MILLEPIEDI: scheda riassuntiva

PROGETTI SPECIALI

Si tratta di proposte scaturite dal percorso ma di maggiore complessità, che l’Amministrazione intende stimolare in modo graduale e attivare per fasi. La natura stessa dei proponenti, la Consulta dei Ragazzi e l’associazione dei commercianti “InMassa”, richiede un approccio diverso e integrato.

c_01

1 – PARCO PIAVE: scheda riassuntiva

c_02

2 – CENTRO STORICO/STREET ART: scheda riassuntiva

 

 

Per approfondimenti si veda il DocPP validato dal Tecnico di Garanzia della Regione Emilia-Romagna

 

BACK HOME